Sette Decimi con -16 D

Sono passati pochi giorni dal termine del Residenziale di Ognissanti 2013 organizzato dalla Associazione Vista Perfetta e al quale ho partecipato con grande interesse e forza d’animo.  Ho potuto migliorare la mia vista fino a 5/20 pur avendo definitivamente tolto gli occhiali da -16 D e -18 D soltanto da tre settimane (avevo già tolto del tutto le lenti a contatto sei mesi prima e in questo periodo anche gli occhiali li ho messi sporadicamente e per brevi istanti quando assolutamente necessario).

Ma il bello è accaduto tornando nella mia abitazione e installando il proiettore a ioduri metallici da 70 watt che la AVP mi ha gentilmente noleggiato, affinché io potessi continuare a esercitarmi come ho fatto durante il gruppo di studio.  Insomma, ho potuto vedere a sette piedi la riga marcata dieci piedi, ovvero 7/10!!!  E c’è di piú:  ho scoperto che posso giocare con la mia immaginazione visiva e cosí facendo le lettere sulla tabella e sulla stampa fine compaiono come per magía.  Le guardo e sono lì.  Ieri parlavo con una persona e mi rendevo conto che “ci vedevo!”, potevo seguire i movimenti dei suoi occhi e anche gli oggetti e lo scenario circostante erano molto piú nitidi del solito.  Davvero per la prima volta nella mia vita posso dire che “ci vedo!”.

La maculopatía del mio occhio sinistro sta scomparendo definitivamente tanto che ho iniziato a bendare l’occhio destro, quello migliore, per ottenere i massimi beneficî anche dall’occhio malato e davanti alla tabella cominciano a comparire le lettere anche con questo povero occhio che fino a pochi mesi fa vedeva soltanto un grosso buco nero al centro e poco altro ai bordi.  Adesso intravedo la stampa fine e non mi ci vorrà molto per lèggere anche quella microscopica.

Letizia

Condividi: