Sistema Bates.it
SITO DI RIFERIMENTO PER LA VERA DIVULGAZIONE E LA CORRETTA PRATICA
DEL «SISTEMA ORIGINARIO» DEL DOTTOR WILLIAM HORATIO BATES PER
LA CURA DELLA VISTA CON METODI NATURALI
Fondato e diretto da Rishi Giovanni Gatti • 506 + 47 articoli pubblicati • 108 prodotti nel negozio • 9136 abbonati al notiziario

Risposte alle Domande Piú Frequenti

Risposte alle Domande Piú Frequenti sul Sistema Bates® Originario™ / Che differenza c’è tra guarigione “permanente” e “temporanea”?

Per “vista normale”, quindi “guarigione”, in genere si intende la facoltà di lèggere lettere alte circa sette millimetri sulla sedia dell’oculista, a cinque metri di distanza, senza esitazione, in luce scarsa come in luce buona.  Per il Dott. Bates, invece, la “vista perfetta” consisteva nel leggere le stesse lettere nelle stesse condizioni ma ad una distanza doppia, i cosiddetti “venti decimi”.  Una volta scartati gli occhiali, in genere si riesce facilmente, con un po’ di pratica, a raggiungere la vista normale (dieci decimi) in condizioni favorevoli, sebbene solamente per brevi periodi.  Questa è la “guarigione temporanea”.  La guarigione permanente invece consente di vedere sempre bene i venti decimi in qualsiasi condizione.

Siccome però secondo Bates non c’è limite alle facoltà visive dell’Uomo, quella dei venti decimi è solo una indicazione arbitraria, e l’auto-trattamento si può sempre continuare per spingersi oltre.  Gli scienziati dicono che il limite fisico dei fotorecettori sulla retina è stabilito in circa trenta decimi.  Ciò non di meno, il Dott. Bates parla di casi da lui osservati in cui si potevano leggere cinquanta decimi o di più (vedasi i numeri uno e due de IL FALCO).

Pubblicato in: Risposte a Domande sull’Efficacia del Sistema Bates® Originario™

Che differenza c’è tra guarigione “permanente” e “temporanea”? • SISTEMA BATES ®
Download PDF
© SistemaBates.it, tutti i diritti riservati — Riproduzione vietata.
 
0

Your Cart