Sistema Bates.it
SITO DI RIFERIMENTO PER LA VERA DIVULGAZIONE E LA CORRETTA PRATICA
DEL «SISTEMA ORIGINARIO» DEL DOTTOR WILLIAM HORATIO BATES PER
LA CURA DELLA VISTA CON METODI NATURALI
Fondato e diretto da Rishi Giovanni Gatti • 517 + 47 articoli pubblicati • 116 prodotti nel negozio • 9561 abbonati al notiziario

Resoconto Eventi AVP

Due “miracoli” a Milano

Domenica 8 novembre 2015 la Associazione Vista Perfetta® si è riunita a Milano, ospite della sede ARCI METISSAGE, quartiere Isola, per una giornata di studio dedicata ai Socii 2015 ma con finestra aperta ai lettori di “VISTA PERFETTA SENZA OCCHIALI” a partire dalle ore 15.

Erano presenti ben sette persone alle quali se ne sono aggiunte altre cinque nel pomeriggio, per un totale di dodici partecipanti, tutti apparentemente assai interessati a coltivare un sempre migliore rapporto con la salute dei propri occhi, chi meglio e chi peggio.

Al mattino abbiamo fatto pratica dei consueti metodi davanti alle tabelle di controllo, sfruttando anche il sole che illuminava la stanza grazie alle ampie vetrate prive di tende e protezioni.   I difetti trattati sono stati dei piú diversi, annoverando miopía progressiva infantile, occhio pigro negli adulti, miopía media ventennale, astigmatismo e presbiopía incipiente.   Come al solito, ogni caso fa storia a sé e sebbene sia impossibile stabilire un “programma di esercizî” di auto-trattamento che possa andare bene a tutti, la partecipazione alle giornate di studio serve anche a scoprire quali metodi siano i piú adatti al proprio caso, praticandone diversi in successione e in compagnía.   Tutti i partecipanti hanno perciò approfittato del clima di condivisione per “ripassare” a turno tutti i varii metodi praticabili insieme, in particolare il palmeggiamento e lo sfarfallamento, aggiungendo a turno l’impiego delle lampade a LED per il trattamento con la luce e quello della lampada termica per il trattamento con il sole, quando quest’ ultimo era girato dietro ai palazzi e aveva abbandonato la sala.   I progressi testimoniati dai Socii sono concreti e dimostrabili davanti alle tabelle e alla stampa fine, il che significa che il lavoro di stimolo e di riflessione proprio della AVP dà i suoi frutti quando trova terreno fertile.   Per esempio, un occhio “pigro” che il mese prima poteva vedere solamente la prima riga della tabella ora vede tre righe;  la bambina che al suo primo incontro poteva vedere solamente mezza tabella ora lègge facilmente l’intera tabella nera con vista normale a dieci piedi non ostante la prescrizione di –4 D.S.; la trentenne che non poteva vedere nulla a occhio nudo sei mesi prima ora ha lampi di vista normale sulla tabella bianca a venti piedi, anche se la sua cura non è completa perché i lampi vanno perduti facilmente e la vista cala di alcune righe, per poi risalire…   Queste indicazioni significano che il trattamento va continuato a casa e poi dimostrato in presenza degli altri socii, altrimenti la cura va troppo a rilento e il rischio di fallire e ritornare agli occhiali diventa concreto (quanti spiacevoli casi del genere abbiamo visto!).   A tutti i membri effettivi AVP raccomandiamo di continuare a frequentare le nostre riunioni per almeno tre o quattro volte all’ anno, di modo da assicurare bene i propri risultati  e anche per aiutare gli altri socii a fare meglio e ad abbreviare la cura il piú possibile, affinché possano poi godersi la loro preziosa vita senza il fardello della vista imperfetta!!!

Nel pomeriggio ci hanno raggiunto due visitatori che pur troppo hanno prescrizioni di lenti molto forti e non possono rinunciare a indossare sempre la loro correzione, cioè non possono andare senza occhiali per cause lavorative.   Questo è un ostacolo esiziale che rende l’auto-trattamento praticamente impossibile.   Il meglio che possono fare costoro è trovare dei momenti di vita quotidiana sempre piú lunghi nei quali essi rimuovono le lenti e esercitano gli occhi con metodi “passivi” come il trattamento con la luce, senza cimentarsi ancóra con le tabelle di controllo di Snellen, ma semplicemente per assumere lentamente la fiducia e la convinzione  necessarie per decidere prima o poi di buttare via gli occhiali e iniziare la cura nelle condizioni corrette preconizzate dal Dott. Bates e da noi fedelmente riprodotte puristicamente e in avanguardia assoluta in tutto il mondo.

Poco dopo nel pomeriggio si è presentato un socio storico AVP accompagnato da due ragazze di circa sedici anni, sue figlie, da fuori regione, il quale ha dimostrato come egli abbia potuto curare la sua miopía di circa quattro diottríe semplicemente facendo pratica per conto suo con il libro originale del Dott. Bates “VISTA PERFETTA SENZA OCCHIALI” (acquistato su questo sito www.SistemaBates.it (©®) circa dodici anni prima!) e con le tabelle di controllo di Snellen originali del Dott. Bates da noi prodotte, e l’aggiunta della luce elettrica di un proiettore a scarica di gas che si era procurato.   La bontà della sua cura è stata dimostrata dalla capacità di lèggere il carattere diamante da molto vicino agli occhi, oltre che la tabella a venti piedi con vista di circa 20/15.   Ora lui è interessato a trasmettere la sua esperienza alle ragazze che non dimostrano di credere granché, non ostante l’evidenza, alle dichiarazioni del loro bravo genitore, e non trovando la chiave giusta per “aprire” la loro mente, ha pensato bene di portarle in associazione per verificare meglio il da farsi.   Dopo alcuni tentativi infruttuosi con il palmeggiamento e altri metodi, abbiamo provato con il “dondolío del pollice” e qui è accaduto il “miracolo”, con una delle due ragazze che è passata da 15/200 a 15/20 insistendo nell’arco di circa mezz’ora per conto suo a guardare alla tabella aiutandosi con il senso del tatto.   L’altra ragazza invece era piú ostile all’ idea di guarire la vista senza occhiali, perché lo riteneva “non scientifico”, ma quando abbiamo provato a usare la memoria come aiuto alla vista perfetta, ecco che è accaduto un altro “miracolo” e la sua vista si è accesa passando da 15/200 a 15/40, alternando la rimirazione di stampa fine al punto prossimo con quella delle le righe inferiori sulla tabella di controllo di Snellen distante.   Vedremo cosa saranno capaci di fare a casa da sole e cosa dimostreranno di aver fatto nel prossimo appuntamento con la AVP di Milano che è fissato per sabato 19 dicembre, auguri di Natale inclusi.

Due “miracoli” a Milano • SISTEMA BATES ®
Download PDF
© SistemaBates.it, tutti i diritti riservati — Riproduzione vietata.
 
0

Your Cart